Differenza tra Conto di Deposito e fondi/ETF

RedditoGarantito.com






Oggi esistono alcune forme di investimento a brevissimo termine, ciascuna con vantaggi e svantaggi: conti di deposito, fondi di investimento ed ETF (escludiamo i Pronti Contro Termine, dato che in genere richiedono investimenti cospicui).

Vediamo dunque un rapido confronto tra questi:

La tassazione è per tutti gli investimenti di questo tipo al 26%, e tutti pagano l'imposta di bollo annuale dello 0,20% (alcune banche, nei conti di deposito, se ne fanno carico).

La differenza è soprattutto una: nei conti di deposito il capitale e il rendimento sono garantiti. Si sa già in partenza quanto si investe e quanto si prenderà. Nel caso dei Fondi Comuni e degli ETF, invece, il capitale non è garantito. In certi casi non solo potremmo non guadagnare nulla, ma il capitale iniziale potrebbe diminuire (sia in caso di azionari che obbligazionari).

Per questa ragione un investitore che voglia essere certo di un ritorno economico (magari piccolo) deve essere ben consapevole di quello che fa.

La Ritenuta fiscale è per tutti i conti di deposito del 26%

L'imposta di bollo è per tutti i conti di deposito dello 0,20%.

Tabella dei conti di deposito Quanto rendono i conti di deposito.

© Copyright Redditogarantito.com - Tutti i diritti riservati.